martedì 1 febbraio 2011

Insonnia di pensieri

Ultimamente non riposo affatto bene. Sarà la vecchiaia, i pensieri che sono come acqua e che puntualmente - visto che anch'io di giorno ho un attimo di cose da fare - m'inondano la faccia non appena la poggio sul cuscino, o sarà l'artrosi, non lo so... Fatto sta che dormo niente o poco. E comunque male. Il primo che dice chisenefrega lo scaravento giù dal balcone. L'altra notte, ad esempio, la ricorderò per sempre probabilmente: non ho dormito affatto. Inutile dire che durante la giornata non ero fresca come una rosa e sembravo la versione femminile di nightmare senza le unghie di ferro...Senza contare che questa cosa pregiudica la mia voglia di sognare.
Il tuo compagno, che ha ronfato profondamente per un buon numero di ore senza alzarsi neanche per andare a fare pipì, si sveglia, ti trova già con gli occhi sbarrati e dice:
"Che sonno che ho. Non dormo per niente bene in questi giorni..."
Tu, rassegnata all'oblìo del vittimismo, metti a fare il caffè chiedendoti se stai così a 26 anni come starai quando ne avrai quaranta. E se ci arriverai, soprattutto.


Quel che è peggio, però, è che poi durante la giornata mi capita di avere dei violenti colpi di sonno nei momenti meno adat

Insonnia di pensieri

Share/Bookmark

4 commenti:

Chocolady ha detto...

Ho sofferto di insonnia per anni, insonnia ed emicrania, una combinazione esplosiva. Ricordo un perdiodo in cui passai dieci giorni senza chiudere occhio, non stavo male, anzi, ero iperattiva anche mentalmente, a ricordarmi di non aver mai dormito c'erano solo delle lunghe occhiaie.
Ora lo ricordo come il periodo più bello della mia vita: tanto tempo per fare e per pensare, soprattutto per imparare, non ne ho sprecato nemmeno un secondo. Non mi manca, ma lo rivivrei.

utente anonimo ha detto...

Il mio caso: periodi intensi di sonno placido, alternati a periodi di sonno agitato (altresì detto sonnus interruptus) se non addirittura di insonnia positiva (carenza di volontà del corpo di addormentarsi). Di solito la cura 'della nonna' prevede l'eliminazione di qualsiasi attività che richieda più di un neurone almeno 20-30 minuti prima di andare a letto; il problema è che mi è rimasto solo leggere trame di film insulsi da Wikipedia. E ciò mi sta portando alla dipendenza.

Comunque, più che la valeriana dispert (grande scelta di marketing omettere quella 'A' :)) potresti guardare la tivù: leggenda narra che superate le 23, tranne poche isole felici, i vari programmi trasmessi puntino tutti a bombardare l'ignaro telespettatore di vuoto pneumatico intervallato da messaggi subliminali che lo spingono a dormire. Talvolta lasciando la tivù accesa.

Raf

commediorafo ha detto...

Io me la vado a cercare, perchè proprio quando sono particolarmente nervoso vado a bermi un caffè. Poi mi lamento se non dormo...
Massimo

lepetitepeste ha detto...

Chocolady il problema è che non "soffro" di iperattività. Sono stanca come una mela cotta, ma gli occhi restano aperti. Hai presente il ritorno dei morti viventi? Qualcosa del genere. Se potessi sfrutterei quelle ore facendo qualcosa di costruttivo, ma non ne ho la forza. Comunque w la valeriana!

Raf: je t'ame!

commediorafo: no, vabbè.

 
;