venerdì 2 dicembre 2011

Poi dice che uno scaglia l'anatema...

Mò non è che vorrei passare per intollerante o per una che da troppa importanza alle stronzate, ma quando un vaffanculo lo devi trattenere perchè chi hai davanti è una latrina polemica che sarebbe pure cazzo di chiederti perchè ce lo stai mandando, poi dopo devi scrivere. Soprattutto se non hai potuto montare il sacco pesante in cortile (ci sto lavorando, comunque. A montare il sacco. Ma non è una cosa semplice perchè ogni volta dovrei montarlo e smontarlo, altrimenti se lo potrebbero fottere. E perdere un coso del genere che costa più di 100 Euri, sinceramente, mi farebbe bruciare un po' il culo...). 
Ad ogni modo no, non tergiverso. 
Ho saputo, giusto stamani, che un mio conoscente non sta bene. 
Non è che è un non sta bene grave. Credo sia raffreddato, abbia febbre e altre cosette che per gli uomini sono una tragedia senza fine mentre per una donna rappresentano l'ordinarietà dei fatti, sommata a vaginiti, gonfiori, dolori premestruali, emicranie e scuse da inventare. 
E già questo è tutto dire, credo. 
Visto che la sottoscritta è anche una persona leggermente compassionevole e che il suddetto lo conosce, ha mal pensato di inviargli una mail per chiedergli come si sente, che telefonargli magari sarebbe potuto essere un po' troppo invadente. 

"Ho saputo adesso. Come ti senti?"
"Una merda grazie"


A parte che una frase, seppur di senso compiuto, senza punteggiatura già mi fa girare i coglioni. Ma poi non sarebbe stato più educato rispondere: "Non bene. Ma passerà. Grazie, comunque."
Capisco che sei un po' preso da te stesso. Capisco che con me hai pigliato i pali negli occhi. Capisco che tutto sommato sì strunz' pure tu...ma che sfaccimma! Ti costava così tanto un minimo di gentilezza? Semmai dovesse esserci una prossima volta, non meravigliarti se anzichè chiederti come ti senti ti grido in faccia un corposo: "Jett' o' sang' e muor'!"

Questo anche per farvi capire che io ho comunque fiducia nel genere umano. 
Prima o poi ce la farà ad estinguersi.
Ossequi.

Share/Bookmark

4 commenti:

Raf ha detto...

Non so se capita anche alle donne, ma il raffreddore/influenza più lieve è più l'umore peggiora: è quello che chiamo "raffreddore cazzimmoso". Sa bene che, se uscisse con tutta la sua potenza, verrebbe stroncato a colpi di antibiotici, aerosol e truppe pillolate. Invece no! Se ne sta acquattato come un predatore, deciso a romperti i cabbasisi (cit.) ma per sfinimento: se ne sta lì, tra il naso che un pò gocciola e un pò no, negli occhi un pò gonfi un pò no. Per non farsi acchiappare "nello stretto".

Pensa se ti avesse risposto con parole meno da "condannato a morte". Naturalmente senza punteggiatura. Per me, saresti direttamente fuori a montare il sacco pesante.

cKlimt ha detto...

uffa però! ma perchè questi colleghi "uomini" mi devono far vergognare di appartenere a codesto sottoinsieme (molto molto "sotto" più che insieme!)del genere umano?

Perchè è così...lo so bene.
Lo so perfettamente che per un uomo anche un 37,8 di febbre diventano una tragedia epocale.
Che per un uomo svolgere più di una mansione contemporaneamente con il solo "neurone " a disposizione è impresa ardua e temeraria.
Lo so bene che il "multitasking" è cosa nota da millenni al genere femminile e totalmente preclusa all'altra metà del cielo (quella composta di uomini raccoglitori cacciatori e guerrieri
Le so perfettamente queste cose. Ma se io ho un cervello di tipo femminile cosa ci posso fare?
Dovrei forse cambarmi sesso?
Ma se sono contro per principio a tutti gli interventi "innaturali", tanto che diffido pure di un semplice tatuaggio perchè ci vedo un intervento che viola la sacralità del corpo
che ci è stato dato, come posso fare??
.
Ecco, questo post mi pone in crisi di identità.
Mi sento un cervello femminile dentro un corpo maschile, cazzo! So' problemi, Teresa!
E tu ci affondi la lama dentro a questa ferita.
mannaggia a te!
.
Che si può fare se il 90% degli uomini non conosce il valore della gentilezza e la reputa una cosa da femminucce?
.
C'è un "gap culturale" direbbe qualcuno
E forse c'è davvero.
uffa... mi tengo buono di questo post quell'impareggiabile ""Jett' o' sang' e muor'!"

Lo vado a mettere in cassaforte. In attesa di tempi migliori. chissà! ...
Mai mettere limiti alla Provvidenza( O ALLA PREVIDENZA?!)... Sgrunt.
;-(

lepetitepeste ha detto...

cKlimt: dai, dai. Magari sarai felice nel vivere una vita da ricchione!

cKlimt ha detto...

che fai...prendi alla lettera le metafore?
:-PPPPPPPPPPPPPPPP

D'accordo che"le parole creano malintesi" ma questa te la potevi risparmiare.

...gne gne gne! :-))

 
;